domenica 12 gennaio 2014

Malgrado la crisi, nel 2013 le imprese non hanno smesso di chiedere credito: +1,7%

Rispetto a quanto registrato per la domanda di credito da parte delle famiglie, con queste ultime che durante gli ultimi 5 anni si sono adoperate in un sostanziale deleveraging riducendo in modo significativo sia il numero delle richieste sia l’importo di mutui e prestiti, le imprese italiane non hanno di fatto mai smesso di rivolgersi agli Istituti di credito per sostenere la propria attività.

Anche nel mese di dicembre appena concluso, infatti, il numero delle domande di finanziamento da parte delle imprese è cresciuto del 5,7% (dato ponderato sul numero di giorni lavorativi) rispetto allo stesso mese del 2012, portando l’incremento complessivo nei 12 mesi ad un +1,7% rispetto all’anno precedente. In particolare, dall’ultima rilevazione condotta da CRIF emerge che il numero di richieste presentate alle Aziende di credito nel semestre luglio-dicembre risulta essere il più elevato in assoluto dal 2009 ad oggi, ovvero da quando la crisi economica ha iniziato a far sentire i suoi effetti, a conferma del fatto che le imprese italiane non hanno smesso di rivolgersi agli istituti di credito in questa difficile fase del ciclo economico.

Queste evidenze emergono dal Barometro CRIF sulla domanda di credito da parte delle imprese elaborata sulla base del patrimonio informativo di EURISC - il Sistema di Informazioni Creditizie di CRIF che raccoglie i dati relativi a oltre 77 milioni di posizioni creditizie di cui più di 8 milioni attribuite a utenti business e che rappresenta un indicatore fondamentale per tastare il polso, in modo sistematico e tempestivo, alle nostre imprese.

Nello specifico, nel corso del 2013 l’andamento aggregato è risultato quasi speculare per le imprese individuali e per le società, con le prime che hanno fatto segnare un +1,66% rispetto all’anno 2012 a fronte di un +1,73% per le seconde. Il Barometro CRIF conferma anche una significativa crescita dell’importo medio dei finanziamenti richiesti da parte delle imprese italiane. Nei 12 mesi dell’anno appena concluso, infatti, nell’aggregato di imprese individuali e società, l’importo medio si è attestato a 70.700 Euro contro i 57.503 Euro del 2012 (+18,7%). Scendendo maggiormente nel dettaglio, le imprese individuali hanno fatto registrare un importo medio dei finanziamenti richiesti pari a 36.608 Euro (+17,3%, era stato di 31.200 Euro nel 2012), mentre per le società si è attestato a 94.568 Euro (+24,6%, contro i 75.927 Euro del 2012). Relativamente alla distribuzione per classe di importo, invece, cresce lievemente la fascia di richieste inferiori ai 5.000 Euro, mantenendo la quota prevalente con il 32,8% del totale in virtù del peso preponderante delle richieste effettuate da imprese di piccola dimensione, che in Italia rappresentano la quota maggioritaria.

Cribis Community

WEBINAR “SVILUPPO COMMERCIALE E SALES ACCELERATION NELL’ITALIA POST LOCKDOWN" - SCARICA GLI ATTI!

Si è svolto il 24 giugno il Webinar gratuito organizzato da CRIBIS "Sviluppo commerciale e Sales Acceleration nell'Italia post lockdown". Durante l'incontro sono state approfondite le principali sfide che Direttori Commerciali, Manager e Imprenditori devono affrontare per far crescere fatturato e vendite. Scarica gratuitamente gli Atti del Webinar dalla CRIBIS Community!

Non sei iscritto?

Eventi

20 ottobre 2020

Studio Pagamenti 2020

Save the date! Si svolgerà il 20 ottobre a Milano la sedicesima edizione dello Studio Pagamenti, l’Evento sul Credit Management in Italia: è l'appuntamento annuale in cui si condividono esperienze e ci si confronta su temi come gestione del credito, crisi d'impresa, fintech e sviluppo del business... Oltre 500 partecipanti solo nell'ultima edizione, l'evento è gratuito registrati subito!

leggi

SCOPRI I NOSTRI PRODOTTI


Utente o password errata.
Se non ricordi la password puoi resettarla Qui
Se hai problemi contattaci

x