TORNA ALLE RISORSE


30 maggio 2019

Scarica l'Analisi - Fallimenti delle aziende in Italia Q1 2019

Fallimenti delle imprese italiane in continuo calo. Nei primi tre mesi del 2019 sono state infatti 2.867 le aziende italiane che hanno portato i libri in tribunale, il 6,1% in più rispetto allo stesso periodo del 2010 (2.703) ma anche il 23,8% in meno rispetto al primo trimestre del 2014 (3.760). Nell’arco degli ultimi dieci anni il 2014 è stato l’anno nero per i fallimenti delle imprese italiane, con 15.336 aziende costrette a chiudere forzatamente la propria attività, mentre il 2010 è stato il meno negativo (10.888).

Nei primi tre mesi di quest’anno la regione con la percentuale più alta di fallimenti rispetto al totale delle imprese attive è risultato il Lazio, seguito nell’ordine da Umbria, Lombardia e Toscana.

Il rapporto di CRIBIS mette in luce come negli ultimi 10 anni il numero di concordati preventivi abbia toccato il suo massimo nel 2013, con 1995 procedure, mentre il punto più basso è stato raggiunto lo scorso anno (476).

 

 

PER CONTINUARE LA LETTURA E ACCEDERE AI MATERIALI, ESEGUI IL LOGIN NELLA CRIBIS COMMUNITY!

NON SEI ISCRITTO?

Iscriviti subito gratis >

Sei già iscritto?

ESEGUI IL LOGIN

Ho dimenticato la password >

Cribis Community

SCARICA L'ANALISI - FALLIMENTI AZIENDE IN ITALIA – Q3 2019

Secondo l’analisi realizzata da CRIBIS nel terzo trimestre 2019 i fallimenti delle imprese in Italia sono diminuiti del 1,4 % rispetto all'anno precedente, con un calo soprattutto nel settore dell’edilizia (-4,8%). Commercio, Servizi e industria registrano invece un trend negativo, con conseguente aumento del numero di fallimenti in ogni settore. Scarica l'Analisi dalla CRIBIS Community!

Non sei iscritto?

Eventi

25 febbraio 2020

SALONE DELLE MICRO E PICCOLE IMPRESE 2020: 6^ EDIZIONE

CRIBIS Golden Sponsor della 6^ edizione del Salone delle Micro e Piccole Imprese. L'evento si terrà il 25 e 26 Febbraio 2020 a Treviso, presso l' hotel Best Western Premier BHR.

leggi

SCOPRI I NOSTRI PRODOTTI


Utente o password errata.
Se non ricordi la password puoi resettarla Qui
Se hai problemi contattaci

x