Gestione Crediti Commerciali

Centrale attenzione nei confronti del credito ma soprattutto del cliente

Shutterstock 573278452

Importanza crescente nella gestione efficace del credito e nel contatto con il cliente. Pagamenti digitali e garanzie da estendere anche al credito commerciale e non solo a quello bancario.

Sias
Paolo Sias

Responsabile Funzione Crediti, ENI

Responsabile Funzione Crediti, ENI

Lo Studio Pagamenti è stato un appuntamento ricco di contenuti, confronti e spunti importanti.

Il Covid ci ha un po’ sorpreso perché ripensando al preoccupante scenario che prospettavamo intorno a metà marzo, la temuta ondata di crediti deteriorati non c’è stata, almeno non nella magnitudine che ci aspettavamo.

Gli impatti finali sul credito arriveranno probabilmente in maniera più forte nel prossimo futuro, a mio avviso per due ordini di motivi:

  • Da un lato perché abbiamo la seconda ondata di cui ancora non sappiamo nulla
  • Dall’altro lato perchè molte imprese ci tengono in vita grazie anche agli aiuti statali destinati prima o poi a finire; dobbiamo quindi essere ancora più vicini alle aziende per capire il momento che stanno vivendo e supportarle.

Eni pone una centrale attenzione nei confronti del credito, ma allo stesso tempo anche nei confronti del cliente, perché senza cliente non esiste alcuna opportunità di business. Si tratta di un difficile equilibrio da dover mantenere. Quello tra la funzione commerciale e la funzione crediti è un contraddittorio che si è superato, risolvendosi verso la soluzione migliore per il cliente, ascoltandolo e standoci sempre più vicino.

 

 

Operando su tantissime linee di business, le risposte che abbiamo messo in campo non sono state tutte uguali: abbiamo ragionato molto per settore. Sui clienti di fascia più piccola e su specifici settori, ci siamo avvicinati assecondando le richieste di piani di rientro. In casi più complessi invece, abbiamo trattato in blocco i nostri clienti anticipando le loro istanze e necessità di liquidità, posticipando unilateralmente i termini di pagamento dai canonici 30 giorni, a 60 fino a 180, fino a sospendere la fatturazione in circostanze ancora più articolate.

Questa crisi continuerà a mettere sempre più al centro la professionalità e il lavoro di chi gestisce il credito come fattore abilitante per il raggiungimento dell’equilibrio finanziario che è condizione necessaria per l’implementazione di qualunque strategia.

Ci sarà in futuro anche una spinta verso il digital payment e diversi sono i fattori che vanno in questo senso: la PSD2, l’open banking, la messa in campo di provvedimenti che facilitano ancora di più tutta la parte di pagamenti digitali e da non dimenticare anche la ritrosia da parte delle persone di toccare il contante fisicamente in un’epoca di pandemia. Le aziende stanno rispondendo in modo diverso sul mercato: società che acquistano PayTech, altre che si dotano di licenze finanziarie, altre ancora che trovano provider esterni in modo da rifornirsi delle stesse funzionalità e servizi che poi abilitano la PSD2.

E per finire vorrei porre l’attenzione sulle Gacs - garanzie sulla cartolarizzazione delle sofferenze – già attive da qualche anno, dove lo stato in determinate condizioni agevola lo smobilizzo dei crediti in sofferenza dai bilanci delle banche e degli intermediari finanziari. Mi interrogo se non sia possibile prima o poi estenderle anche al credito commerciale e non solo a quello bancario. Questo potrebbe essere un modo – chiaramente tutto da pensare – per raggiungere l’obiettivo di generare liquidità che è quella che poi tiene tutti in vita finanziariamente.

 

Paolo Sias, Responsabile Funzione Crediti ENI

Approfondimento correlati
Studio Pagamenti 2020

01/09/2020

Gestione Crediti Commerciali

Studio Pagamenti 2020: Imprese italiane in difficoltà tra ritardi nei pagamenti e poca liquidità

L’Europa continua a ottenere, in uno scenario mondiale molto competitivo, una buona puntualità nei pagamenti e ritardi contenuti. Partecipa il 21 ottobre 2020 alla nuova edizione dello Studio Pagamenti, per conoscere come questi comportamenti sono mutati a seguito dell’emergenza sanitaria.

Studio Pagamenti Copertina Preti (1)

22/10/2020

Gestione Crediti Commerciali

Studio Pagamenti 2020 - Cash Management e Covid-19: gli effetti della «prima ondata»

In Italia +21% nei ritardi gravi rispetto a dicembre 2019, ma le aziende investono nel proprio “ecosistema di relazioni”.

Shutterstock 706427383

14/09/2020

Gestione Crediti Commerciali

Le aziende pagano in ritardo i fornitori: rafforzare il legame con i propri Clienti migliori è fondamentale per superare le difficoltà

Emergenza Covid-19: peggiorano i ritardi di pagamento delle imprese nei settori industria e commercio all’ingrosso. Occorre che le imprese rivedano le proprie politiche di selezione di fornitori o partner commerciali.

Fallimentiistock

03/09/2020

Gestione Crediti Commerciali

Le insolvenze aziendali globali sono destinate ad aumentare del 35% entro il 2021

Valutare, monitorare e gestire con precisione il portafoglio clienti per prevenire eventi negativi che rischierebbero di impattare sulla propria realtà di business o su quella di clienti, fornitori e partner.

Hai delle domande o vuoi ricevere un preventivo?

Richiedi subito informazioni

In Evidenza

In Evidenza

CRIBIS X

CRIBIS X permette di tradurre le strategie commerciali e di gestione del credito in strumenti operativi per valutare nuovi clienti e ridurre DSO, scaduto e perdite.

Scopri di più

In Evidenza

Margò

Fai crescere il tuo fatturato e trova nuovi clienti, richiedi gratuitamente 10 nuovi leads su cui sviluppare il tuo business!

Scopri di più

In Evidenza

CRIBIS Radar

Cribis Radar aiuta le imprese a conoscere tutte le opportunità di finanza agevolata, trovando la soluzione migliore per ogni esigenza di business.

Scopri di più