Gestione Crediti Commerciali

Nella GDO il settore Food è tra i settori privilegiati durante il Coronavirus

Ant Gdo 01

Servono comportamenti virtuosi da parte delle imprese: salvaguardare il DSO e attenzione al credito, ma anche vicinanza all’intera filiera.

Strampelli
Guido Strampelli

Chief Financial Officer, Bolton Food

Chief Financial Officer, Bolton Food

Per quanto riguarda il retail, nel segmento della GDO - a differenza del settore Horeca -  il food ha registrato fino a settembre 2020 attorno al +7% di fatturato, raggiungendo punte attorno al +23/+24% nei mesi di marzo e aprile. Impatto sicuramente significativo anche nello stocking fatto a casa dalle famiglie, come conseguenza del periodo di paura a inizio lockdown.

Finora, gli impatti che il settore ha vissuto sul credito sono stati abbastanza limitati. In particolare, la comunità del credito del settore si è concentrata su:

  • Attenzione alle necessità dei clienti: la GDO ha mostrato una grandissima attenzione al capitale circolante, quindi al fine mese, e a richieste specifiche di dilazioni;
  • Specifici focus sui clienti dell’Horeca e attenzione ai distributori in alcuni paesi in via di sviluppo, specialmente in Africa e Latin America, che hanno registrato maggiori difficoltà nei loro mercati di sbocco;
  • DSO a livello aggregato: tra “plus e minus” almeno finora è rimasto all’incirca costante.

 

 

Chiaramente la comunità finance si sta attrezzando anche per il futuro, con la necessità e l’intento di utilizzare leve specifiche.

In primis, dobbiamo essere sempre più attenti allo sblocco degli ordini per assicurarci che ciò avvenga solo a fronte di una ragionevole certezza che il cliente sia in grado di pagare e che non vi sia già una situazione di ritardo. E le deleghe allo sblocco devono essere in questa fase riviste e rimanere a livello alto nell’organizzazione;

Secondo tema che coinvolge anche CRIBIS, avere una triangolazione delle informazioni attraverso l’acquisto di maggiori servizi per ottenere dati esterni in “real time” a livello globale, aggiornati frequentemente, che ci aiutino a monitorare la situazione della solidità finanziaria dei nostri partner e puntualità dei pagamenti.

Ulteriore leva importante è la vicinanza alla filiera. Personalmente ritengo che l’approccio giusto sia di essere accomodanti nel caso in cui pervenissero richieste specifiche di “eccezioni” alla generale puntualità, o di aiuto per i fornitori ad evitare ogni tipo di ritardo nei pagamenti. Essere invece poco tolleranti in caso di “sorprese” non concordate.

È evidente che la minaccia più grande, se la crisi perdurerà ancora per 6 mesi o più, è la recessione ed il conseguente impoverimento del sistema produttivo. Se guardiamo al medio-lungo periodo, di fatto andremo verso una situazione in cui il consumo delle famiglie soffrirà significativamente con un conseguente passaggio da marche più premium a marche meno premium, e incapacità di produttori e distributori di alzare i prezzi. Ma non solo. In aggiunta si registrerà una crescita delle private label a discapito dei marchi che sono poi quelli che nel mercato food di solito creano innovazione, e una compressione generalizzata della marginalità sia a livello retail che in parte a livello industria. Questo è il vero pericolo.

 

Guido Strampelli, Chief Financial Officer Bolton Food

Approfondimento correlati
Studio Pagamenti 2020

01/09/2020

Gestione Crediti Commerciali

Studio Pagamenti 2020: Imprese italiane in difficoltà tra ritardi nei pagamenti e poca liquidità

L’Europa continua a ottenere, in uno scenario mondiale molto competitivo, una buona puntualità nei pagamenti e ritardi contenuti. Partecipa il 21 ottobre 2020 alla nuova edizione dello Studio Pagamenti, per conoscere come questi comportamenti sono mutati a seguito dell’emergenza sanitaria.

Studio Pagamenti Copertina Preti (1)

22/10/2020

Gestione Crediti Commerciali

Studio Pagamenti 2020 - Cash Management e Covid-19: gli effetti della «prima ondata»

In Italia +21% nei ritardi gravi rispetto a dicembre 2019, ma le aziende investono nel proprio “ecosistema di relazioni”.

Shutterstock 706427383

14/09/2020

Gestione Crediti Commerciali

Le aziende pagano in ritardo i fornitori: rafforzare il legame con i propri Clienti migliori è fondamentale per superare le difficoltà

Emergenza Covid-19: peggiorano i ritardi di pagamento delle imprese nei settori industria e commercio all’ingrosso. Occorre che le imprese rivedano le proprie politiche di selezione di fornitori o partner commerciali.

Fallimentiistock

03/09/2020

Gestione Crediti Commerciali

Le insolvenze aziendali globali sono destinate ad aumentare del 35% entro il 2021

Valutare, monitorare e gestire con precisione il portafoglio clienti per prevenire eventi negativi che rischierebbero di impattare sulla propria realtà di business o su quella di clienti, fornitori e partner.

Shutterstock 573278452

17/11/2020

Gestione Crediti Commerciali

Centrale attenzione nei confronti del credito ma soprattutto del cliente

Importanza crescente nella gestione efficace del credito e nel contatto con il cliente. Pagamenti digitali e garanzie da estendere anche al credito commerciale e non solo a quello bancario.

Hai delle domande o vuoi ricevere un preventivo?

Richiedi subito informazioni

In Evidenza

In Evidenza

CRIBIS X

CRIBIS X permette di tradurre le strategie commerciali e di gestione del credito in strumenti operativi per valutare nuovi clienti e ridurre DSO, scaduto e perdite.

Scopri di più

In Evidenza

Margò

Fai crescere il tuo fatturato e trova nuovi clienti, richiedi gratuitamente 10 nuovi leads su cui sviluppare il tuo business!

Scopri di più

In Evidenza

CRIBIS Radar

Cribis Radar aiuta le imprese a conoscere tutte le opportunità di finanza agevolata, trovando la soluzione migliore per ogni esigenza di business.

Scopri di più