venerdì 27 luglio 2018

Fallimenti in Italia: il miglioramento continua anche nel Q2 2018

Prosegue la positiva inversione di tendenza in materia di fallimenti per le imprese italiane: la fotografia del settore tracciata a giugno 2018 da CRIBIS - società del Gruppo CRIF specializzata nella business information – attraverso l’Analisi dei Fallimenti in Italia mostra un ulteriore calo dei fenomeno nel nostro Paese.

A livello territoriale, le aree in cui si registra un maggior numero di imprese sono quelle che mostrano una maggiore concentrazione di fallimenti, in linea con il tessuto industriale italiano. A giugno 2018, infatti, sono nuovamente Lombardia, Lazio e Campania a rilevare il più alto numero di fallimenti con un’incidenza pari rispettivamente al 21,7% (1.294 casi), al 13,5% (805 casi) e all’8,5% (505 casi). A seguire, nei primi dieci posti della classifica dei fallimenti vi sono: Toscana (484 casi), Veneto (442 casi), Sicilia (408 casi), Piemonte (384 casi), Emilia Romagna (379 casi), Puglia (263 casi) e Marche (178 casi). Il dato più rilevante rispetto a marzo 2018, è il peggioramento delle Marche, salite dall’undicesima all’attuale decima posizione al posto della Calabria.

Per saperne di più accedi alla CRIBIS Community!

Il dato più interessante si rileva dall’analisi dei settori merceologici. Tutti i settori mostrano un calo rispetto a marzo 2018. In particolare, l’industria è il comparto con meno fallimenti registrati a giugno 2018 (1.046 casi), seguita dall’edilizia (1.173), dai servizi (1.382) e dal commercio (1.932).

Il settore dei servizi è quello che mostra il calo meno significativo degli altri: il numero delle imprese che hanno portato i libri in Tribunale a giugno 2018 è sceso solo dell’1,4% rispetto al trimestre precedente.

Il comparto del commercio è ancora una volta quello che registra il più alto numero di fallimenti, seppur in calo del 6,3% a confronto con il 2017, mentre l’industria rileva la diminuzione più importante rispetto a marzo 2018 (-10,7%).

201807257_fallimentiQ22018.jpg

Cribis Community

Scarica lo Studio Pagamenti Italia Q3 2018

A settembre 2018 l’andamento dei pagamenti in Italia mostra un calo dell’1.9% rispetto allo stesso periodo del 2017, leggermente al di sotto anche dei dati rilevati a giugno 2018 (-0,4%). Le imprese italiane virtuose nei pagamenti rappresentano il 36,3% del totale, mentre quelle che registrano ritardi gravi sono l’11,3%. Le criticità più evidenti restano localizzate al Sud, mentre il Nord Est si conferma l’area geografica più affidabile. Accedi alla Community e scarica subito l’analisi completa…

Non sei iscritto?

Eventi

14 novembre 2018

L'INCONTRO CRIBIS: drive your risk! Esperienze a confronto

Quali sono le ultime novità in tema di gestione dei Crediti Commerciali? Come cercano le società di migliorare la propria disponibilità di cassa? Ne parliamo all'Evento "L'INCONTRO CRIBIS: drive your risk! Esperienze a confronto” organizzato da CRIBIS e CRIBIS Credit Management il 14 Novembre a Milano: la partecipazione è gratuita, sono aperte le iscrizioni!

leggi

SCOPRI I NOSTRI PRODOTTI


Utente o password errata.
Se non ricordi la password puoi resettarla Qui
Se hai problemi contattaci

x