mercoledì 17 luglio 2019

IMPRESE TRENTINE, TREVIGIANE E VICENTINE AL TOP PER PUNTUALITÀ PAGAMENTI

Nel Nord-Est del Paese sono le imprese della provincia di Trento le più puntuali nel rispettare i termini di pagamento pattuiti nelle transazioni commerciali, posizionandosi al quinto posto a livello nazionale e superando le aziende trevigiane (8° ) e vicentine (10°). Sono i dati al 30 giugno 2019 che CRIBIS, specializzata nella business information, ha diffuso in occasione della partnership con Fondazione Nord Est, forum economico creato da associazioni confindustriali e altre categorie economiche del Nord Est d’Italia.
 
Nell’ambito della collaborazione con Fondazione Nord Est, CRIBIS fornirà i dati di bilancio completi (e le relative serie storiche) delle aziende del territorio, utili per la realizzazione di analisi e studi di settore. La società del gruppo CRIF terrà anche webinar e tavole rotonde su diversi temi di interesse delle PMI del Nord Est, il primo dei quali si è già tenuto a inizio luglio sul tema del rating aziendale. Saranno organizzati anche eventi in chiave ’education’ per le imprese dell’area. Infine, CRIBIS sarà membro del comitato d'onore di Fondazione Nord Est e sarà presente a tutte le sue iniziative.

Secondo l’analisi di CRIBIS, a pagare i fornitori nei tempi previsti è quasi un’impresa trentina su due (49,81%), una percentuale di poco superiore a quella rilevata nella ‘Marca’ (45,70%) e nel vicentino (44.90%). In provincia di Reggio Emilia (12° a livello nazionale) le imprese rispettano le scadenze pattuite nel 47,39% dei casi, facendo meglio di quelle veronesi (45,19%), che nella classifica nazionale sono 13°. Meno puntuali nel Nord-Est sono le imprese della provincia di Gorizia (39° in Italia), che saldano i propri impegni nei termini concordati nel 37,60% dei casi, più di quelle veneziane (35,04%) e triestine (29,53%) che nella graduatoria nazionale occupano rispettivamente la 41° e 53° posizione.

Concentrando l’attenzione sui ritardi ‘gravi’, cioè quelli superiore ai 30 giorni, emerge che il Trentino Alto Adige è la regione più virtuosa, con solo il 5,7% delle imprese che salda i propri fornitori oltre questa tempistica. A seguire Lombardia (7,1%), Veneto (7,2%), Emilia-Romagna (7,8%) e Friuli Venezia Giulia (8,9%)

A livello di singoli settori industriali, fanno notare da CRIBIS, nel comparto manifatturiero si riscontra il minor numero di aziende (4,7%) che paga i fornitori con ritardi superiori ai 30 giorni. A seguire  ‘costruzioni’, ‘ingrosso’ (5,7% ciascuna) e servizi (6,5%). I ritardi più gravi si registrano nel comparto ‘commercio al dettaglio’, con l’11,9% delle imprese che salda i propri impegni con più di un mese di ritardo, nel settore ‘caccia, agricoltura, pesca e silvicoltura’ (8,7%) e nei ‘servizi finanziari’ (7,2%).

D_gz4GTXoAAT_gi.jpg

Cribis Community

SCARICA L'ANALISI - FALLIMENTI AZIENDE IN ITALIA - Q2 2019

Secondo l’analisi realizzata da CRIBIS nel secondo trimestre 2019 i fallimenti delle imprese in Italia sono diminuiti del 4.2% rispetto all'anno precedente, con un calo significativo soprattutto nel settore dell’edilizia (-12,1%). Più contenuta la diminuzione per i Servizi, nessuna variazione per il comparto commercio. Scarica gratuitamente l'Analisi dalla CRIBIS Community!

Non sei iscritto?

Eventi

13 ottobre 2019

ICTF's International Credit Professionals Symposium

CRIF sarà sponsor del prossimo ICTF's International Credit Professionals Symposium dal titolo "Global Credit Management Excellence, Expert Perspectives and Best Practices", il più importante evento per i professionisti internazionali della gestione del credito in Europa: iscriviti subito!

leggi

SCOPRI I NOSTRI PRODOTTI


Utente o password errata.
Se non ricordi la password puoi resettarla Qui
Se hai problemi contattaci

x