Sviluppo Business

Birra italiana: battuta d’arresto causa Covid dopo anni di crescita, ma il bicchiere resta “mezzo pieno”

Birra Artigianale

Nell’ultimo anno il settore della birra italiana ha subito una battuta d’arresto per il Covid, ma già si può guardare in positivo al futuro.

Niccolò Zuffetti Def
Niccolò Zuffetti

Marketing Manager, CRIBIS

Marketing Manager, CRIBIS

È una delle bevande più amate nei mesi estivi e non solo: la birra ha visto crescere i suoi estimatori di anno in anno e sono sempre più numerosi gli appassionati che vanno alla ricerca di birre artigianali prodotte da microbirrifici in continua crescita. Il 2019 è stato un anno record per i consumi di birra, sfortunatamente poi anche su questo settore la pandemia ha fatto sentire i suoi effetti.

Secondo l’ultimo report di AssoBirra, il valore generato dalla birra in Italia ammonta a 9,5 miliardi (dato 2019) di euro l’anno, per una filiera distribuita sul territorio che conta circa 1000 imprese, che generano lavoro per circa 144.000 persone. Nel tempo la reputazione della birra in Italia è aumentata, tanto che nel 2020 è risultata fra le più alte in Europa, conquistando il terzo posto, dopo Polonia e Romania.

Quanto alle abitudini di consumo, il periodo tra maggio e agosto resta quello con la maggiore percentuale di consumo, rappresentando ben il 48%. Le birre preferite dagli italiani sono le Lager con l’85% mentre le speciali crescono nel gradimento attestandosi al 14,5%.

LA PRODUZIONE DI BIRRA DA NORD A SUD

In base all’analisi Cribis, la ripartizione geografica per quanto concerne le aziende italiane legate alla produzione di birra vede il Sud e le Isole detenere complessivamente il 36,1%, seguono il Nord Ovest con il 26,4%, il Nord Est con il 19,7% e il Centro con il 17,8%.

Fra le regioni svetta la Lombardia (13,8%), seguita da Piemonte (8,8%), Veneto e Sicilia (7,5%).

 

 

Nel 2020 – a causa delle chiusure per contenere i contagi - dopo anni di crescita il consumo di birra ha registrato un calo dell’11,4% e la produzione dell’8,4% (passando da 17.288.000 ettolitri a 15.829.000). Una battuta d’arresto non da poco se si pensa che negli ultimi 10 anni la produzione aveva visto aumentare i volumi del 35%. A soffrire di più è stato il comparto delle birre artigianali, un settore composto in gran parte da realtà imprenditoriali giovanili di piccole dimensioni, che prima della crisi contava più di 850 produttori da Nord a Sud. Anche l’export, dopo anni di crescita ha visto un calo del 4,8%, mentre l’import è diminuito del 15%. Il mancato introito riguarda i consumi “fuori casa”, ovvero presso bar, locali e ristoranti, interessati dalle restrizioni anti Covid che inevitabilmente hanno pesato sul fatturato del settore che invece negli ultimi anni, come evidenziano i dati Cribis, aveva registrato un balzo passando da 646.426.848 euro nel 2017 a 1.594.402.411 nel 2019.

 

EFFETTI SUL LAVORO PER LE AZIENDE PRODUTTRICI DI BIRRA

La pandemia ha fatto sentire i suoi effetti anche sul fronte del lavoro: se le persone impiegate nelle aziende che producono birra nel 2019 erano 3.814 (in netta crescita rispetto ai 3.660 del 2018), nel 2020 scendono a 3.715 (dati Cribis).

E ora? Adesso non resta che guardare avanti. I segni di una ripresa nel 2021 ci sono e la birra italiana può avere un ruolo trainante per l’economia del Paese. Mai come in questo caso è importante vedere il “bicchiere mezzo pieno”, oltre ovviamente a rimboccarsi le maniche, confidando in un valido aiuto da parte dello Stato: solo facendo sistema e tutelando anche le aziende più piccole, portabandiera del made in Italy, ci si potrà lasciare alle spalle la crisi dovuta alla pandemia.

 

Niccolò Zuffetti, Marketing Manager CRIBIS

 

Approfondimento correlati
Orc Blog Sales Acceleration Software E1456244475698

06/11/2020

Sviluppo Business

Sales Acceleration: cosa è cambiato con la pandemia

Le aziende hanno bisogno di non perdere tempo e di accorciare il ciclo di vendita, oggi più che mai.

Digital (1) (1)

25/05/2021

Sviluppo Business

Digitalizzazione e imprese italiane: come il PNRR rivoluzionerà il mondo del business

Scopri come sarà incentivata la digitalizzazione delle imprese italiane dopo l’anno di pandemia tramite il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza PNRR.

Fantasy 3502188 1920

10/06/2021

Sviluppo Business

Viaggi e vacanze: un 2020 da dimenticare, il 2021 sarà l’anno del rilancio del turismo?

Nel 2020 il settore dei viaggi e delle vacanze ha risentito negativamente della pandemia: vediamo come e le differenze tra le regioni in Italia e all’estero.

Thinkstockphotos 614746468

08/07/2021

Sviluppo Business

Gestire e difendere le vendite: fra tradizione e innovazione

Da una difficoltà possono nascere tante opportunità: gli strumenti di sales acceleration come Margò sono decisivi per ottenere benefici per l'azienda.

Sales

27/07/2021

Sviluppo Business

Saldi estivi: nuovo carburante per il settore dell’abbigliamento, pronto al rilancio post Covid

Scopri come dopo la pandemia il settore dell'abbigliamento sia in rapida ripresa anche grazie ai saldi estivi che portano una boccata d'ossigeno alle imprese.

Shutterstock 387274861

14/04/2021

Sviluppo Business

Il Covid penalizza l’imprenditorialità femminile: -4 mila aziende gestite da donne nel 2020

I cambiamenti per le imprenditrici in Italia durante la pandemia del Covid: la situazione delle imprese e dell’occupazione femminile regione per regione.

Shutterstock 1110645284

04/05/2021

Sviluppo Business

C’è chi non soffre col Covid: è il settore farmaceutico e va a gonfie vele.

L’andamento del settore farmaceutico in Italia in base ai dati più aggiornati: una fotografia di un settore in costante crescita e in buona salute.

Cinema

11/05/2021

Sviluppo Business

Cinema, teatri, palestre, piscine: tutti i numeri di una ripresa in salita

Un quadro dettagliato sui dati che mostrano quanto duramente l’emergenza Coronavirus abbia colpito il settore dello spettacolo e dello sport.

Shutterstock 1444236020

08/06/2021

Sviluppo Business

Ripensare il lancio di un nuovo prodotto in momenti critici? Tutto è possibile.

Lanciato durante la pandemia, Margò vuole essere la dimostrazione che con resilienza, progettazione e vicinanza alla rete vendita, i risultati possono essere portati a casa.

Shutterstock 377873194

06/07/2021

Sviluppo Business

L’Italia è un Paese per giovani imprenditori/imprenditrici?

Scopri lo scenario italiano degli imprenditori/imprenditrici under 35: una realtà che ancora deve affermarsi in un Paese in cui c’è molta strada da fare.

Hai delle domande o vuoi ricevere un preventivo?

Richiedi subito informazioni

In Evidenza

In Evidenza

CRIBIS X

CRIBIS X permette di tradurre le strategie commerciali e di gestione del credito in strumenti operativi per valutare nuovi clienti e ridurre DSO, scaduto e perdite.

Scopri di più

In Evidenza

CRIBIS Radar

Cribis Radar aiuta le imprese a conoscere tutte le opportunità di finanza agevolata, trovando la soluzione migliore per ogni esigenza di business.

Scopri di più

In Evidenza

D&B Worldwide Network

Accedi alle informazioni su oltre 400 milioni di imprese nel mondo grazie all'appartenenza di CRIBIS al Dun & Bradstreet Worldwide Network, l'alleanza tra i principali provider di informazioni commerciali a livello globale

Scopri di più