Supply Chain Compliance

Dati ESG: occorre uno standard di raccolta informazioni all’interno dei processi aziendali

Earth 2254769 1920

I dati ESG vengono classificati spesso come informazioni “non contabili” perché inerenti ad asset intangibili di un’azienda.

Niccolò Zuffetti Def
Niccolò Zuffetti

Marketing Manager, CRIBIS

Marketing Manager, CRIBIS

Ad oggi la valutazione delle società è diventata sempre più complessa, con una componente crescente legata ad asset intangibili. Riuscire a ottenere informazioni sui temi Environmental, Social e Governance non è semplice, a meno che non vengano raccolte direttamente dalle imprese.  

I dati CRIBIS vengono tradotti in una serie di servizi che aiutano le imprese, sia le più grandi che le PMI, a gestire parte importante del processo di fornitura: dallo scouting di nuovi fornitori, alla singola valutazione di quelli potenziali e il relativo monitoraggio in ottica rischio, compliance e sostenibilità.

ESG: DALLA “MODA” ALLA PRATICA

ESG è sicuramente un tema che va molto di moda, dibattuto non solo nelle imprese ed enti, ma anche dal punto di vista mediatico.

Negli ultimi anni è cresciuta l’attenzione verso un modo diverso, etico e sostenibile di fare gli investimenti. Ad oggi, oltre 1.500 investitori si sono impegnati ufficialmente a seguire questi principi e in 3 anni i soldi gestiti da fondi ESG sono raddoppiati superando i mille miliardi di dollari.

La realtà ad oggi è che ottenere strumenti pratici sul tema ESG è ancora per pochi. Dal semplice parlarne, a realizzare qualcosa di concreto, non è poi così banale. Buona parte delle grandi aziende si sta adoperando per mettere in piedi dei flussi e degli standard, mentre altre sono consapevoli che nei prossimi anni dovranno dotarsi di qualcosa, ma non lo stanno ancora facendo.

Sono temi su cui se ne è parlato negli ultimi anni, ma che difficilmente sono stati tradotti in un processo semplice e puntuale. Mancano le informazioni alla base: ad oggi non esistono banche dati esterne in grado di fornire realmente questi dati.

 

 

COSA HA REALIZZATO CRIBIS

Ci siamo prefissati come obiettivo principale quello di aiutare le PMI in questo momento critico in cui il Covid, come sappiamo, ha dato un’accelerata ad alcuni flussi e modalità di operare. Per farlo, siamo partiti dalle informazioni e le abbiamo inserite all’interno dei nostri processi. Nello specifico, ci siamo domandati quali fossero le finalità delle PMI che abbiamo tradotto in:

  • Ricerca di opportunità commerciali e nuovi clienti: in Italia e all’estero, la sostenibilità ESG sarà un fondamentale criterio di selezione dei fornitori. Chiunque valuta sè stesso, ma anche una controparte che sia cliente o fornitore, sempre di più nei prossimi mesi aggiungerà il tema della sostenibilità all’interno della propria valutazione.
  • Ricerca delle risorse finanziarie: i principi ESG diventeranno un parametro per accedere a condizioni finanziarie migliori da parte di Istituti di credito e a fondi pubblici. È importante quindi mostrare la reale attenzione della propria azienda verso questi temi per ottenere finanziamenti.

Quello che abbiamo costruito è un portale CRIBIS ESG, il primo portale per le PMI e le imprese per attestare il proprio impegno verso i criteri Environmental, Social e Governance. Un’iniziativa importante che riteniamo sia il primo esempio di vero standard di raccolta di queste informazioni e che sta riscontrando un notevole successo sulle imprese che volontariamente decidono di fornire i propri dati.

Grazie a CRIBIS, ogni impresa può far conoscere alla propria filiera e ai propri stakeholder finanziari i suoi processi responsabili ottenendo e pubblicando sul proprio sito l’attestato CRIBIS ESG che dimostra la propria adesione ai principi di sostenibilità.

Siamo tutti d'accordo sull'importanza dei principi ESG negli investimenti. Serve ora passare alla pratica e trasformarli in realtà.

 

Niccolò Zuffetti, Marketing Manager CRIBIS

Approfondimento correlati
CPO SUMMIT

26/08/2020

Supply Chain Compliance

Azioni e Soluzioni per le Imprese nell'Italia post-lockdown

Qual è stato l’impatto della pandemia sulle supply chain? E come mitigarlo? Queste domande sono al centro delle preoccupazioni di tutti i direttori acquisti e gestori di Supply Chain globali.

Esg As 3 Palavras Magicas 1200X675

10/02/2021

Supply Chain Compliance

Principi ESG e sostenibilità: i pilastri delle aziende del futuro che piacciono ai consumatori

Specialmente fra i più giovani, e trasversalmente fra i settori, le aziende che si impegnano verso i principi ESG e la sostenibilità sono viste con un’accezione positiva e la gente è disposta a pagare di più.

Immagini Supply Chain Sap B1

24/02/2021

Supply Chain Compliance

La Supply Chain del futuro, fra trasformazione digitale e dati a supporto del decision-making

Il futuro della Supply Chain, secondo gli esperti intervistati da Dun and Bradstreet, dipenderà dalla trasformazione digitale e dall’impiego dei dati.

Hai delle domande o vuoi ricevere un preventivo?

Richiedi subito informazioni

In Evidenza

In Evidenza

D&B Worldwide Network

Accedi alle informazioni su oltre 400 milioni di imprese nel mondo grazie all'appartenenza di CRIBIS al Dun & Bradstreet Worldwide Network, l'alleanza tra i principali provider di informazioni commerciali a livello globale

Scopri di più

In Evidenza

CRIBIS Radar

Cribis Radar aiuta le imprese a conoscere tutte le opportunità di finanza agevolata, trovando la soluzione migliore per ogni esigenza di business.

Scopri di più

In Evidenza

CRIBIS X

CRIBIS X permette di tradurre le strategie commerciali e di gestione del credito in strumenti operativi per valutare nuovi clienti e ridurre DSO, scaduto e perdite.

Scopri di più