Sostenibilità

Cosa prevedono i 17 obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti nell’Agenda 2030, e come sta andando in Italia?

Sost 3

Approfondiamo i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile definiti dall’Agenda 2030 e quali sono, finora, le performance e delle aziende italiane in merito.

La guerra in corso e gli effetti sul cambiamento climatico (dalla siccità allo scioglimento dei ghiacciai, passando da temperature record e acquazzoni disastrosi), dopo due anni di pandemia, ci ricordano quanto ancora c’è da fare affinché si possa davvero parlare di sviluppo sostenibile. Eppure, il percorso è segnato e le tappe per gettarne le basi ci sono grazie all’Agenda 2030 e i suoi 17 obiettivi da raggiungere.

 

Cosa prevede l’Agenda 2030 approvata dalle Nazioni Unite?

Il 25 settembre 2015 i governi dei 193 Paesi membri delle Nazioni Unite hanno approvato nell’Assemblea Generale dell’ONU l’Agenda 2030, un programma d’azione composto da 17 Obiettivi per lo Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals o SDGs). Ogni obiettivo è scandito da target (169 in tutto) e strumenti di attuazione da raggiungere e adottare in ambito ambientale, economico, sociale e istituzionale entro il 2030.

Quando si parla di Agenda 2030 e di 17 SDGs si fa dunque riferimento una sfida globale che riguarda i governi delle nazioni aderenti all’ONU, ma anche le imprese (pubbliche e private) e i cittadini. Un impegno comune per costruire un mondo sostenibile dal punto di vista ambientale, sociale, economico.

 

Quali sono i 17 obiettivi di sviluppo sostenibile?

I 17 Goal toccano ambiti diversi e tutti fondamentali per una crescita equilibrata, impossibile da ottenere senza lotta alla povertà o all‘ineguaglianza e attuata nel rispetto di diritti umani e dell’ambiente.

Questi i 17 SDGs previsti nell’Agenda 2030:

 

  • GOAL 1: SCONFIGGERE LA POVERTÁ. Porre fine ad ogni forma di povertà nel mondo.
  • GOAL 2: SCONFIGGERE LA FAME. Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione, promuovere un’agricoltura sostenibile.
  • GOAL 3: SALUTE E BENESSERE. Assicurare la salute e il benessere per tutti e tutte le età.
  • GOAL 4: ISTRUZIONE DI QUALITÁ. Fornire un’educazione di qualità, equa e inclusiva, promuovere opportunità di apprendimento permanente per tutti.
  • GOAL 5: PARITÁ DI GENERE. Raggiungere l’uguaglianza di genere e l’empowerment di tutte le donne e le ragazze.
  • GOAL 6: ACQUA PULITA E SERVIZI IGIENICO-SANITARI. Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie.
  • GOAL 7: ENERGIA PULITA E ACCESSIBILE. Assicurare a tutti l’accesso a sistemi di energia economici, affidabili, sostenibili e moderni.
  • GOAL 8: LAVORO DIGNITOSO E CRESCITA ECONOMICA. Incentivare una crescita economica duratura, inclusiva e sostenibile, un’occupazione piena e produttiva, un lavoro dignitoso per tutti.
  • GOAL 9: IMPRESE, INNOVAZIONE E INFRASTRUTTURE. Costruire Costruire una infrastruttura resiliente e promuovere l’innovazione ed una industrializzazione equa, responsabile e sostenibile.
  • GOAL 10: RIDURRE LE DISUGUAGLIANZE. Ridurre l’ineguaglianza all’interno di e fra le Nazioni.
  • GOAL 11: CITTÁ E COMUNITÁ SOSTENIBILI. Rendere le città e gli insediamenti umani inclusivi, sicuri, duraturi e sostenibili.
  • GOAL 12: CONSUMO E PRODUZIONE RESPONSABILI. Garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo.
  • GOAL 13: LOTTA CONTRO IL CAMBIAMENTO CLIMATICO. Adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze.
  • GOAL 14: VITA SOTT’ACQUA. Conservare e utilizzare in modo durevole gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile.
  • GOAL 15: VITA SULLA TERRA. Proteggere, ripristinare e favorire un uso sostenibile dell’ecosistema terrestre, contrastare la desertificazione, arrestare il degrado del terreno, fermare la perdita della diversità biologica.
  • GOAL 16: PACE, GIUSTIZIA E ISTITUZIONI SOLIDE. Promuovere società pacifiche e più inclusive; offrire l’accesso alla giustizia per tutti e creare organismi efficienti, responsabili e inclusivi a tutti i livelli.
  • GOAL 17: PARTNERSHIP PER GLI OBIETTIVI. Rafforzare i mezzi di attuazione e rinnovare il partenariato mondiale per lo sviluppo sostenibile.

 

Qual è la situazione attuale italiana rispetto ai 17 obiettivi di sviluppo sostenibile?

Il Rapporto 2021 (su dati 2020) dell’Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS), che analizza lo stato di avanzamento del nostro Paese rispetto all’attuazione dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030, mostra come il percorso italiano di avvicinamento ai 17 SDGs sia stato pesantemente compromesso dall’emergenza pandemica del 2020.

Secondo il Rapporto ASviS, infatti, tra il 2019 e il 2020 il nostro Paese ha registrato un miglioramento solo su tre obiettivi:

  • 7° obiettivo: sistema energetico
  • 13° obiettivo: lotta al cambiamento climatico
  • 16° obiettivo: giustizia e istituzioni solide

C’è stata una sostanziale stabilità su altri tre obiettivi: alimentazione e agricoltura sostenibile (Goal 2), acqua (Goal 6) e innovazione (Goal 9). 

Sono invece peggiorati in Italia gli indicatori relativi a nove obiettivi: povertà (Goal 1), salute (Goal 3), educazione (Goal 4), uguaglianza di genere (Goal 5), condizione economica e occupazionale (Goal 8), disuguaglianze (Goal 10), condizioni delle città (Goal 11), ecosistema terrestre (Goal 15) e cooperazione internazionale (Goal 17).

Per i Goal 12 e 14 non è stato tracciato l’andamento per mancanza di alcuni dati.

Se si guarda ai progressi compiuti dal 2010 al 2020, l’Italia migliora in cinque Goal: salute (Goal 3), uguaglianza di genere (Goal 5), sistema energetico (Goal 7), innovazione (Goal 9) e lotta al cambiamento climatico (Goal 13). Per cinque obiettivi, invece, la situazione peggiora: povertà (Goal 1), acqua (Goal 6), condizione economica e occupazionale (Goal 8), ecosistema terrestre (Goal 15) e cooperazione internazionale (Goal 17), mentre per i restanti obiettivi la situazione resta sostanzialmente invariata.

 

Le performance italiane sui 17 obiettivi rispetto alla media UE

E rispetto al resto dei Paesi Ue? Sempre in base ai dati del Report ASviS, l’Italia fa peggio della media Ue in 10 casi (Goal 1, 4, 5, 6, 8, 9, 10, 11, 16 e 17), è allineata in 3 (Goal 3, 13 e 15) e al di sopra in 3 (Goal 2, 7 e 12).

Dati che fanno pensare che il nostro Paese potrebbe non riuscire a conseguire gli Obiettivi dell’Agenda 2030 nei tempi concordati in sede Onu.

 

Un percorso in salita

Analizzata la situazione al 2020, viene spontaneo chiedersi come sarà andata nel 2021 e come il percorso potrebbe procedere nei prossimi anni.

Le 6 Missioni del PNRR riprendono nella sostanza gli obiettivi dell’Agenda 2030, riguardando:

  • Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo
  • Rivoluzione verde e transizione ecologica
  • Infrastrutture per una mobilità sostenibile
  • Istruzione e ricerca
  • Inclusione e coesione
  • Salute

Una prima considerazione, quindi, potrebbe essere che i fondi del PNRR contribuiranno a fare ulteriori passi avanti nel raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile.

Sfortunatamente però il conflitto in Ucraina, il rialzo dei prezzi (in particolare energetici e alimentari), il diffondersi di nuove varianti di Covid e la crisi politica in Italia sono un pesante freno che rallenteranno ulteriormente il percorso tracciato dall’Agenda 2030.

 

Marco Preti, CEO CRIBIS

Marco Preti
L'AUTORE
Marco Preti

CEO CRIBIS

Amministratore delegato di CRIBIS da più di dieci anni, dal 2020 è anche Direttore Generale della business unit CRIF dedicata alla Business Information & BPO e Amministratore Delegato di CRIBIS Credit Management.
Da diversi anni ricopre ruoli internazionali all’interno del Gruppo. È presidente del CdA CRIF per la Giordania, la Turchia e gli Emirati Arabi Uniti e fa parte del Consiglio di Amministrazione CRIF in Polonia e Bürgel. Inoltre, fa parte del Consiglio di Amministrazione della società di consulenza Credit Data Research Italia e di Workinvoice, la piattaforma specializzata nella cessione del credito per le PMI.

CEO CRIBIS

Amministratore delegato di CRIBIS da più di dieci anni, dal 2020 è anche Direttore Generale della business unit CRIF dedicata alla Business Information & BPO e Amministratore Delegato di CRIBIS Credit Management.
Da diversi anni ricopre ruoli internazionali all’interno del Gruppo. È presidente del CdA CRIF per la Giordania, la Turchia e gli Emirati Arabi Uniti e fa parte del Consiglio di Amministrazione CRIF in Polonia e Bürgel. Inoltre, fa parte del Consiglio di Amministrazione della società di consulenza Credit Data Research Italia e di Workinvoice, la piattaforma specializzata nella cessione del credito per le PMI.

Approfondimento correlati
Esg As 3 Palavras Magicas 1200X675

10/02/2021

Sostenibilità

Principi ESG e sostenibilità: i pilastri delle aziende del futuro che piacciono ai consumatori

Specialmente fra i più giovani, e trasversalmente fra i settori, le aziende che si impegnano verso i principi ESG e la sostenibilità sono viste con un’accezione positiva e la gente è disposta a pagare di più.

Earth 2254769 1920

10/03/2021

Sostenibilità

Dati ESG: occorre uno standard di raccolta informazioni all’interno dei processi aziendali

I dati ESG vengono classificati spesso come informazioni “non contabili” perché inerenti ad asset intangibili di un’azienda.

Shutterstock 1606190653

01/06/2021

Sostenibilità

ESG: rispetto per l’ambiente e buone pratiche aziendali sono un buon affare

Come vengono valutate oggi le aziende secondo i criteri ESG: sostenibilità, rispetto per l’ambiente, responsabilità sociale e corporate governance.

Esg As 3 Palavras Magicas 1200X675 (1)

14/12/2021

Sostenibilità

CRIF Group: primo report sulla sostenibilità

Scopri il report sulla sostenibilità aziendale di CRIF per sapere come il Gruppo si impegna in termini di efficienza energetica e di responsabilità sociale.

Ecology G5821e1584 1280

04/02/2022

Sostenibilità

ESG Stories e finanza sostenibile: l’impegno di CRIF verso la transizione green

Scopri l’impegno di CRIF nei confronti della finanza etica e sostenibile e delle nuove sfide imposte dalla transizione green.

Bilancio Di Sostenibilita

22/02/2022

Sostenibilità

Rendicontazione non finanziaria in Italia: i dati sui bilanci di sostenibilità

Scopri i dati italiani sui bilanci di sostenibilità redatti dalle imprese e sul loro impegno nel rispetto dell'ambiente.

ESG STORIES

24/02/2022

Sostenibilità

Evento “ESG Stories: dalla consapevolezza alla sostenibilità”

Iscriviti subito all’evento ESG Stories organizzato da CRIBIS in partnership con TEDxTorino in cui, con professionisti del settore, si discuterà degli impatti dei criteri ESG su imprese e mondo del lavoro.

SYNESGY

02/03/2022

Sostenibilità

Nasce SYNESGY, la piattaforma per valutare i livelli di sostenibilità aziendale

Scopri Synesgy, la nuova digital platform globale specializzata nella valutazione delle aziende in ambito ESG.

Sostenibilità2

03/04/2022

Sostenibilità

Filiera sostenibile e principi esg: verso un nuovo paradigma di supply chain

Sapevi che circa il 90% dell’impatto dei processi produttivi è determinato dai fornitori? Scopri come raggiungere l'obiettivo di una filiera sostenibile.

Istockphoto 1225375936 612X612 (2)

26/05/2022

Sostenibilità

PMI e sostenibilità ambientale: trend, criticità e prospettive

Il rapporto tra le piccole e medie imprese e le tematiche della sostenibilità ambientale: un’analisi dei trend attuali, tra sfide e obiettivi futuri.

Shutterstock 2035527743

24/06/2022

Sostenibilità

La Commissione Europea sceglie CRIF come partner per il progetto “TranspArEEns”

Efficienza energetica e fattori ESG nelle PMI: il progetto TranspArEEnS inizia la raccolta dati con il partner CRIF.

Immagine 2022 06 30 105410

30/06/2022

Sostenibilità

Sostenibilità aziendale: a che punto sono le imprese italiane?

Un’analisi sui livelli di sostenibilità delle imprese italiane in relazione agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile previsti dall’Agenda 2030.

Immagine 2022 06 30 105240

06/07/2022

Sostenibilità

L'impatto sul settore automotive della Legge Europea sulla neutralità climatica

Un’analisi dell’industria automobilistica e degli impatti che le nuove misure europee sulla neutralità carbonica hanno avuto - e avranno - sul settore.

Bilancio Sostenibilità 2

14/07/2022

Sostenibilità

Bilancio di Sostenibilità: comunicare l'impegno per lo sviluppo sostenibile

Il BdS è lo strumento attraverso cui le imprese monitorano e comunicano il loro impegno ambientale e sociale. Ma cosa contiene, e quali sono i suoi vantaggi?

Ob 9

03/08/2022

Sostenibilità

Obiettivo 9 Agenda 2030: imprese, innovazione e infrastrutture. A che punto siamo in Italia?

Il 9°obiettivo dell’Agenda 2030 promuove innovazione e industrializzazione eque e sostenibili. Ma a che punto siamo per il suo raggiungimento?

Green Sostenibilità

10/11/2021

Sostenibilità

ESG, consumatori e investitori premiano le aziende sostenibili

Scopri perché investitori e consumatori premiano le aziende attente ai criteri ESG e perché la sostenibilità è al centro delle politiche aziendali.

Csm GED Sostenibilita 23112020 4Cb0be23bd

25/01/2022

Sostenibilità

TranspArEEnS: il progetto europeo per la sostenibilità e l’efficienza energetica

Scopri TranspArEEnS, il nuovo progetto europeo sulla sostenibilità ed efficienza energetica sostenuto anche da CRIF S.p.a.

Investimenti Sostenibili 1024X683

18/03/2022

Sostenibilità

Investimenti sostenibili: la strada è tracciata

Nell'era della transizione ecologica, investire in sostenibilità e abbracciare i principi ESG è il modo migliore per creare valore e ottenere risultati. Scopri come.

Uso Sostenibile Della Terra

13/03/2022

Sostenibilità

GRI Standard e rivoluzione ESG: nuovi parametri per rendicontare la sostenibilità

Il Global Reporting Initiative (GRI) fornisce standard internazionali univoci per misurare la compliance ESG delle aziende. Scopri cosa sono e come si applicano

Shutterstock 1895951032

13/06/2022

Sostenibilità

La guerra frena gli investimenti sostenibili, ma il futuro resta green-oriented

Un’analisi del mercato degli investimenti green, dalla battuta d’arresto dovuta allo scoppio della guerra in Ucraina alle prospettive future.

Cessione Del Credito Focus

08/07/2022

Sostenibilità

Dichiarazione non finanziaria: cos’è e quali aziende sono obbligate a redigerla

Cos'è la rendicontazione non finanziaria, e quali sono le società obbligate a farla? Una panoramica sulla DNF e sull’impegno per la sostenibilità aziendale.

Uso Sostenibile Della Terra

02/08/2022

Sostenibilità

Obiettivo 12 agenda 2030: consumo e produzione responsabile. Quanto siamo lontani dal raggiungerlo?

Il 12° obiettivo di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030 persegue il consumo e una produzione sostenibili: ma a che punto siamo per il suo raggiungimento?

Hai delle domande o vuoi ricevere un preventivo?

Richiedi subito informazioni

In Evidenza

In Evidenza

CRIBIS X

CRIBIS X permette di tradurre le strategie commerciali e di gestione del credito in strumenti operativi per valutare nuovi clienti e ridurre DSO, scaduto e perdite.

Scopri di più

In Evidenza

Margò

Fai crescere il tuo fatturato e trova nuovi clienti, richiedi gratuitamente 10 nuovi leads su cui sviluppare il tuo business!

Scopri di più

In Evidenza

CRIBIS Radar

Cribis Radar aiuta le imprese a conoscere tutte le opportunità di finanza agevolata, trovando la soluzione migliore per ogni esigenza di business.

Scopri di più