Sviluppo Business

Cinema, teatri, palestre, piscine: tutti i numeri di una ripresa in salita

Cinema

Un quadro dettagliato sui dati che mostrano quanto duramente l’emergenza Coronavirus abbia colpito il settore dello spettacolo e dello sport.

Niccolò Zuffetti 2
Niccolò Zuffetti

Marketing Manager, CRIBIS

Marketing Manager, CRIBIS

Con il nuovo Decreto approvato il 21 aprile 2021 dal Consiglio dei Ministri, da lunedì 26 aprile nelle regioni in zona gialla possono finalmente ripartire molte attività pesantemente penalizzate dalle restrizioni per il contrasto della diffusione del Coronavirus, come quelle legate allo spettacolo, all’intrattenimento, alla cultura e allo sport. In zona gialla, infatti aprono al pubblico cinema, teatri, sale concerto, musei, gallerie, parchi archeologici e mostre.

RIAPERTURE NEL MONDO DELLO SPETTACOLO

Con la riapertura di cinema, teatri, la possibilità di partecipare a concerti ed eventi, il mondo dello spettacolo riparte dopo un’emergenza sanitaria che si è abbattuta sul settore in modo devastante. Dall’analisi dei cali medi condotta dai ricercatori del gruppo ASK dell’Università Bocconi di Milano, sulla base dei dati forniti dall’Osservatorio dello Spettacolo SIAE emerge una contrazione del 69% nel numero di spettacoli, del 72% degli ingressi, del 77% dei ricavi al botteghino e del 76% della spesa del pubblico.

Il settore dell'attività concertistica è stato quello che in assoluto ha sofferto più di tutti le norme anti Covid, facendo registrare le peggiori performance per gli ingressi (-82,88%) e per la spesa al botteghino (-89,13%). Neanche l’attività cinematografica è riuscita a contenere le perdite: gli ingressi si sono ridotti del 70,98%, le presenze sono diminuite dell'82,18%, la spesa al botteghino ha registrato un calo del 71,62% e la spesa del pubblico ha perso il 73,21%.

Pesantemente compromessa l’attività teatrale: il numero degli spettacoli è diminuito del 64,81%, gli ingressi si sono ridotti del 70,41%, gli indicatori economici hanno registrato -77,78% per la spesa al botteghino e -76,47% per la spesa del pubblico. In linea con gli altri comparti è stata la perdita registrata dal settore delle fiere e delle mostre culturali, i cui ingressi sono diminuiti rispettivamente dell’83% e del 72%.

SPORT: RIAPERTURE IN PALESTRE E PISCINE

La crisi provocata dalla pandemia ha colpito anche lo sport per via della sospensione di eventi e competizioni e la successiva ripresa graduale delle attività, quasi sempre senza la presenza del pubblico. Gli ingressi si sono ridotti del 77% mentre la spesa al botteghino è diminuita dell’84%. In negativo anche i dati dell’attività di ballo e trattenimenti musicali: complessivamente -71,36% per il numero degli spettacoli, -72,53% per le presenze e -73,94% per la spesa del pubblico.

E a proposito di sport, dal 15 maggio in zona gialla sarà possibile accedere alle piscine all’aperto, dal primo giugno allenarsi nelle palestre e partecipare a eventi e competizioni di livello agonistico di sport individuali e di squadra. Dal primo luglio via libera anche a centri termali, parchi tematici e di divertimento. Anche queste attività risultano provate dall’effetto Covid mentre fino al 2019 il fitness è stato un settore decisamente florido e promettente.

Secondo dati Istat e Coni, in Italia sono circa 18 milioni le persone che ogni anno fanno o rinnovano la tessera di palestra, centro sportivo o piscina. Un numero importante di utenti che si è scontrato con le chiusure imposte dai vari decreti che hanno provocato dal primo lockdown ad aprile 2021, secondo Anif (Associazione nazionale impianti sport&fitness) per i circa 100 mila centri sportivi italiani una perdita di 12,5 miliardi di euro. Ammontare che dà il polso dei danni economici provocati dalla pandemia.

Analizzando il periodo pre-Covid, in base all’elaborazione di Cribis, il fatturato delle sole palestre aveva registrato un graduale e costante aumento passando da 527.583.714 euro nel 2017, a 621.491.654 euro nel 2018 per arrivare a 695.168.503 euro nel 2019. Allo stesso modo il numero delle palestre attive era passato da 3814 nel 2018, a 4240 nel 2019 e infine a 4541 nel 2020. Ma un primo segno di rallentamento si registra guardando al numero di nuove palestre aperte nel corso degli anni: se nel 2018 erano 373 in più rispetto all’anno precedente e nel 2018 crescevano ulteriormente di 426 unità, ecco che nel 2020 aumentavano “soltanto” di 301.

A risentire maggiormente dello stallo del settore sono le regioni con maggiore concentrazione di palestre: Lombardia in primis (dove si trovano il 20,91% delle palestre italiane), che stacca nettamente il Veneto (9,78%) e il Lazio (9,12%), mentre a contendersi il primato di province con più palestre sono Milano (con il 7,8% del totale) e Roma (7,1%).

UNA RIPRESA NECESSARIA ALL'INSEGNA DEL RISPETTO DELLE REGOLE

L’industria dello sport, della cultura e dell’intrattenimento è pronta a ripartire. Una ripartenza necessaria, ma che si preannuncia complicata, basti pensare che per accogliere clienti e iscritti, le strutture dovranno seguire rigide linee guida e i protocolli basati su distanziamento, numero chiuso, sanificazione regolare delle superfici, rilevazione della temperatura all'ingresso. Non sarà semplice, ma con il procedere della campagna vaccinale e un’adeguata strategia a livello centrale, rialzarsi sarà possibile. Si tratta di una vera e propria prova di forza e resistenza dove non si può fallire.

 

Niccolò Zuffetti, Marketing Manager CRIBIS

Approfondimento correlati
Orc Blog Sales Acceleration Software E1456244475698

06/11/2020

Sviluppo Business

Sales Acceleration: cosa è cambiato con la pandemia

Le aziende hanno bisogno di non perdere tempo e di accorciare il ciclo di vendita, oggi più che mai.

Digital (1) (1)

25/05/2021

Sviluppo Business

Digitalizzazione e imprese italiane: come il PNRR rivoluzionerà il mondo del business

Scopri come sarà incentivata la digitalizzazione delle imprese italiane dopo l’anno di pandemia tramite il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza PNRR.

Fantasy 3502188 1920

10/06/2021

Sviluppo Business

Viaggi e vacanze: un 2020 da dimenticare, il 2021 sarà l’anno del rilancio del turismo?

Nel 2020 il settore dei viaggi e delle vacanze ha risentito negativamente della pandemia: vediamo come e le differenze tra le regioni in Italia e all’estero.

Thinkstockphotos 614746468

08/07/2021

Sviluppo Business

Gestire e difendere le vendite: fra tradizione e innovazione

Da una difficoltà possono nascere tante opportunità: gli strumenti di sales acceleration come Margò sono decisivi per ottenere benefici per l'azienda.

Birra Artigianale

15/07/2021

Sviluppo Business

Birra italiana: battuta d’arresto causa Covid dopo anni di crescita, ma il bicchiere resta “mezzo pieno”

Nell’ultimo anno il settore della birra italiana ha subito una battuta d’arresto per il Covid, ma già si può guardare in positivo al futuro.

Sales

27/07/2021

Sviluppo Business

Saldi estivi: nuovo carburante per il settore dell’abbigliamento, pronto al rilancio post Covid

Scopri come dopo la pandemia il settore dell'abbigliamento sia in rapida ripresa anche grazie ai saldi estivi che portano una boccata d'ossigeno alle imprese.

Soccer 488700 1920

03/08/2021

Sviluppo Business

Fra Europei e Campionati tutti pazzi per il calcio, ma i club sportivi hanno retto l’ondata Covid?

Scopri come i club sportivi stanno affrontando la pandemia in Italia e in Europa: non solo calcio, ma anche altri sport come il nuoto, golf, pugilato e basket.

Library Libreria

05/08/2021

Sviluppo Business

Libri in estate: chi legge, chi non legge e le regioni con più librerie in Italia

La situazione delle librerie in Italia: scopri che tipo di lettori sono gli italiani, quali sono le regioni con più librerie e la loro situazione economica.

Strawberry Ice Cream 2239377 1920

07/09/2021

Sviluppo Business

Il gelato artigianale italiano piace sempre di più, consumi in netta ripresa nell’estate 2021

Una fotografia della situazione della produzione di gelato artigianale in Italia durante la pandemia e nel 2021: approfondisci i dati con l’indagine di Cribis.

pexels-lukas-296242_imbarcazioni

14/09/2021

Sviluppo Business

La nautica italiana va a gonfie vele con numeri record nel 2020

La nautica italiana non ha risentito degli effetti negativi dovuti alla pandemia e riporta numeri da record nel 2020: approfondisci i dettagli con l'indagine di Cribis.

Conference Room 768441 1920

16/09/2021

Sviluppo Business

Record di imprese longeve in Italia: dove si trovano e in quali settori operano

Scopri quali sono le imprese italiane più longeve con l'analisi di Cribis: i dati sulla situazione nelle regioni d’Italia e i settori nei quali operano.

Shutterstock 387274861

14/04/2021

Sviluppo Business

Il Covid penalizza l’imprenditorialità femminile: -4 mila aziende gestite da donne nel 2020

I cambiamenti per le imprenditrici in Italia durante la pandemia del Covid: la situazione delle imprese e dell’occupazione femminile regione per regione.

Shutterstock 1110645284

04/05/2021

Sviluppo Business

C’è chi non soffre col Covid: è il settore farmaceutico e va a gonfie vele.

L’andamento del settore farmaceutico in Italia in base ai dati più aggiornati: una fotografia di un settore in costante crescita e in buona salute.

Shutterstock 1444236020

08/06/2021

Sviluppo Business

Ripensare il lancio di un nuovo prodotto in momenti critici? Tutto è possibile.

Lanciato durante la pandemia, Margò vuole essere la dimostrazione che con resilienza, progettazione e vicinanza alla rete vendita, i risultati possono essere portati a casa.

Shutterstock 377873194

06/07/2021

Sviluppo Business

L’Italia è un Paese per giovani imprenditori/imprenditrici?

Scopri lo scenario italiano degli imprenditori/imprenditrici under 35: una realtà che ancora deve affermarsi in un Paese in cui c’è molta strada da fare.

Hai delle domande o vuoi ricevere un preventivo?

Richiedi subito informazioni

In Evidenza

In Evidenza

CRIBIS X

CRIBIS X permette di tradurre le strategie commerciali e di gestione del credito in strumenti operativi per valutare nuovi clienti e ridurre DSO, scaduto e perdite.

Scopri di più

In Evidenza

CRIBIS Radar

Cribis Radar aiuta le imprese a conoscere tutte le opportunità di finanza agevolata, trovando la soluzione migliore per ogni esigenza di business.

Scopri di più

In Evidenza

D&B Worldwide Network

Accedi alle informazioni su oltre 400 milioni di imprese nel mondo grazie all'appartenenza di CRIBIS al Dun & Bradstreet Worldwide Network, l'alleanza tra i principali provider di informazioni commerciali a livello globale

Scopri di più