Sviluppo Business

Il Covid penalizza l’imprenditorialità femminile: -4 mila aziende gestite da donne nel 2020

Shutterstock 387274861

I cambiamenti per le imprenditrici in Italia durante la pandemia del Covid: la situazione delle imprese e dell’occupazione femminile regione per regione.

Solari
Massimiliano Solari

Direttore Generale, CRIBIS

Direttore Generale, CRIBIS

In base alle rilevazioni del Censis, fino all’inizio del 2020 le donne rappresentavano indicativamente il 42% degli occupati complessivi in Italia e il tasso di attività femminile era attorno al 56%, contro il 75% di quello maschile. Poi il Covid ha fatto sentire i suoi tragici effetti anche sull’occupazione femminile. Dati Istat alla mano, a dicembre 2020 su 101 mila nuovi disoccupati, 99 mila sono donne e dei 444 mila occupati in meno registrati in Italia in tutto il 2020, il 70% è costituito da donne.

Il motivo di questo vero e proprio crollo occupazionale è strettamente legato al fatto che le donne sono impiegate soprattutto nei settori che più hanno risentito della crisi, come quello dei servizi e ristorazione, e spesso con contratti che danno minori garanzie di stabilità. A questo si aggiunge che ricoprono meno frequentemente posizioni aziendali apicali e dunque più solide. Anche se è vero che il Covid-19 non ha risparmiato nemmeno le imprese guidate da donne che a fine 2020 registravano un calo rispetto al 2019 nell’ordine di 4 mila unità.

IN ITALIA POCHE DONNE AI VERTICI

In base ai dati elaborati da Cribis, la regione con il maggior numero di aziende guidate da donne è la Lombardia, con 149.210 imprese ‘rosa’ che però rappresentano soltanto il 19,08% del totale delle aziende, posizionandosi così al penultimo posto davanti solo al Trentino-Alto Adige. Non fanno molto meglio neppure altre regioni a vocazione imprenditoriale come Veneto (dove le aziende guidate da donne sono 80.367, ovvero il 19,92% del totale) e Lazio (con 103.589 dove il capo è donna, rappresentando il 21,77% del totale. In termini percentuali, le regioni più virtuose sono Molise (26,3%) e Abruzzo (25,94%), ma con numeri assoluti decisamente più bassi: 7159 aziende nel primo caso, 29404 nel secondo.

Molise

7159

26,32%

Abruzzo

29405

25,04%

Basilicata

11906

24,99%

Umbria

18296

24,39%

Sicilia

82858

23,71%

Calabria

34777

23,57%

Toscana

77064

23,05%

Valle D'Aosta/Valle D'Aoste

2435

22,88%

Campania

101049

22,79%

Puglia

68643

22,63%

Sardegna

30456

22,52%

Liguria

29552

22,49%

Piemonte

80536

22,34%

Marche

30555

22,25%

Friuli-Venezia Giulia

18470

21,85%

Lazio

103589

21,77%

Emilia-Romagna

78608

20,76%

Veneto

80367

19,92%

Lombardia

149210

19,08%

Trentino-Alto Adige

17068

18,14%

 

Andando ad analizzare la dimensione delle aziende guidate dalle donne, prendendo come riferimento il numero dei dipendenti dell’azienda stessa, il maggior numero di imprese dove il capo è donna (980.910) ha al suo attivo al massimo 5 dipendenti, mentre solo 47 imprese contano più di 1000 lavoratori, mettendo in evidenza che man mano che si sale col numero dei dipendenti, progressivamente scende quello delle aziende guidate da donne.

 

Dipendenti

Numero aziende guidate da donne

% numero aziende guidate da donne sul totale delle aziende

≤ 5

980910

22,24%

6 - 10

40837

17,99%

11 - 20

18636

15,98%

21 - 49

7828

14,64%

50 - 99

2072

12,57%

100 - 199

931

12,01%

200 - 499

424

10,55%

500 - 999

76

7,41%

≥ 1.000

47

5,94%

 

Non sorprende, anche alla luce dei dati emersi, che la forma legale più diffusa fra le aziende con al vertice una donna sia l’impresa individuale (con 721.476 aziende che rappresentano il 26% rispetto il totale), rispetto ad altre forme giuridiche.

STARTUP IN ROSA: IN CONTRAZIONE MA LE OPPORTUNITÀ CI SONO

Andando a vedere il settore delle startup, la situazione non è certo più rosea: in Italia al 30 dicembre 2020 risultavano iscritte alla sezione Speciale del Registro Imprese 11.899 startup innovative di cui 1.556 femminili, ovvero il 13,1% del totale, percentuale in diminuzione rispetto agli anni precedenti che era pari al 13,4%. A essere maggiormente colpite nel 2020, sono in particolare le imprenditrici sotto i 35 anni, le cui attività rappresentano l’11,52% del totale rispetto al 12,02% del 2019.

Proprio per sostenere giovani imprenditrici innovative nasce MIA – Miss In Action, un programma che ha l’obiettivo di supportare lo sviluppo dell’imprenditoria femminile. Quest’anno al fianco di Digital Magics e dal Gruppo BNP Paribas, ci sarà anche CRIF, azienda specializzata in sistemi di informazioni creditizie e di business information. Alla Call for Innovation possono aderire startup fondate da donne o con una compagine a maggioranza femminile, team di studentesse, team universitari a prevalenza femminile e neo-imprenditrici. Tutte le innovatrici avranno la possibilità di essere selezionate per accedere a un percorso che le sosterrà dallo sviluppo dell’idea alla realizzazione. Le candidature dovranno pervenire tramite il sito missinaction.it entro il 27 aprile 2021. Un’opportunità da non lasciarsi sfuggire, soprattutto in questo complicato periodo.

LA RIPRESA È DONNA

Impossibile ipotizzare una ripartenza post pandemia che trascuri il tema femminile. Le donne possono davvero fare la differenza, anche perché spesso più istruite degli uomini. Basti pensare che l’Istat stesso nel 2020 ha rilevato che il 64,5% delle donne italiane ha almeno un diploma di scuola superiore, contro il 59,8% degli uomini e che le laureate sono in numero maggiore rispetto ai laureati: il 22,4% contro il 16,8%. Nonostante ciò, le donne che lavorano sono decisamente meno degli uomini: il tasso di occupazione femminile è inferiore di 18 punti percentuali rispetto agli uomini, differenza destinata ad aumentare ulteriormente visti i recenti segnali che arrivano dal mondo del lavoro. A questo problema si aggiunge poi la spinosa questione del gender pay gap. Secondo una ricerca di ODM Consulting, nel terzo trimestre del 2020 la busta paga di lavoratrici italiane, a parità di competenze, è stata inferiore dell’8,7% rispetto a quella dei colleghi uomini. È l’Unione Europea stessa a spingere per una ripresa più equa stanziando risorse straordinarie per far ripartire l’economia con una particolare attenzione alla prospettiva di genere. Un’occasione di ripensare la società che non può che avere conseguenze positive.

 

Massimiliano Solari, Direttore Generale CRIBIS

Approfondimento correlati
Orc Blog Sales Acceleration Software E1456244475698

06/11/2020

Sviluppo Business

Sales Acceleration: cosa è cambiato con la pandemia

Le aziende hanno bisogno di non perdere tempo e di accorciare il ciclo di vendita, oggi più che mai.

Digital (1) (1)

25/05/2021

Sviluppo Business

Digitalizzazione e imprese italiane: come il PNRR rivoluzionerà il mondo del business

Scopri come sarà incentivata la digitalizzazione delle imprese italiane dopo l’anno di pandemia tramite il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza PNRR.

Fantasy 3502188 1920

10/06/2021

Sviluppo Business

Viaggi e vacanze: un 2020 da dimenticare, il 2021 sarà l’anno del rilancio del turismo?

Nel 2020 il settore dei viaggi e delle vacanze ha risentito negativamente della pandemia: vediamo come e le differenze tra le regioni in Italia e all’estero.

Thinkstockphotos 614746468

08/07/2021

Sviluppo Business

Gestire e difendere le vendite: fra tradizione e innovazione

Da una difficoltà possono nascere tante opportunità: gli strumenti di sales acceleration come Margò sono decisivi per ottenere benefici per l'azienda.

Birra Artigianale

15/07/2021

Sviluppo Business

Birra italiana: battuta d’arresto causa Covid dopo anni di crescita, ma il bicchiere resta “mezzo pieno”

Nell’ultimo anno il settore della birra italiana ha subito una battuta d’arresto per il Covid, ma già si può guardare in positivo al futuro.

Sales

27/07/2021

Sviluppo Business

Saldi estivi: nuovo carburante per il settore dell’abbigliamento, pronto al rilancio post Covid

Scopri come dopo la pandemia il settore dell'abbigliamento sia in rapida ripresa anche grazie ai saldi estivi che portano una boccata d'ossigeno alle imprese.

Soccer 488700 1920

03/08/2021

Sviluppo Business

Fra Europei e Campionati tutti pazzi per il calcio, ma i club sportivi hanno retto l’ondata Covid?

Scopri come i club sportivi stanno affrontando la pandemia in Italia e in Europa: non solo calcio, ma anche altri sport come il nuoto, golf, pugilato e basket.

Library Libreria

05/08/2021

Sviluppo Business

Libri in estate: chi legge, chi non legge e le regioni con più librerie in Italia

La situazione delle librerie in Italia: scopri che tipo di lettori sono gli italiani, quali sono le regioni con più librerie e la loro situazione economica.

Strawberry Ice Cream 2239377 1920

07/09/2021

Sviluppo Business

Il gelato artigianale italiano piace sempre di più, consumi in netta ripresa nell’estate 2021

Una fotografia della situazione della produzione di gelato artigianale in Italia durante la pandemia e nel 2021: approfondisci i dati con l’indagine di Cribis.

pexels-lukas-296242_imbarcazioni

14/09/2021

Sviluppo Business

La nautica italiana va a gonfie vele con numeri record nel 2020

La nautica italiana non ha risentito degli effetti negativi dovuti alla pandemia e riporta numeri da record nel 2020: approfondisci i dettagli con l'indagine di Cribis.

Conference Room 768441 1920

16/09/2021

Sviluppo Business

Record di imprese longeve in Italia: dove si trovano e in quali settori operano

Scopri quali sono le imprese italiane più longeve con l'analisi di Cribis: i dati sulla situazione nelle regioni d’Italia e i settori nei quali operano.

Commercial Campaig Plan

13/10/2021

Sviluppo Business

Campagne commerciali: cosa sono, vantaggi e obiettivi

Scopri cosa sono le campagne commerciali, quali vantaggi portano alle aziende e gli obiettivi che si possono raggiungere soprattutto nell’ambito digitale.

Arredamento Furniture

21/10/2021

Sviluppo Business

Il settore dell’arredamento made in italy vola e guarda al futuro

Scopri cosa sta succedendo nel settore dell’arredamento dopo la pandemia: la forte crescita, l’export e la distribuzione in Italia delle aziende di riferimento.

Shutterstock 1110645284

04/05/2021

Sviluppo Business

C’è chi non soffre col Covid: è il settore farmaceutico e va a gonfie vele.

L’andamento del settore farmaceutico in Italia in base ai dati più aggiornati: una fotografia di un settore in costante crescita e in buona salute.

Cinema

11/05/2021

Sviluppo Business

Cinema, teatri, palestre, piscine: tutti i numeri di una ripresa in salita

Un quadro dettagliato sui dati che mostrano quanto duramente l’emergenza Coronavirus abbia colpito il settore dello spettacolo e dello sport.

Shutterstock 1444236020

08/06/2021

Sviluppo Business

Ripensare il lancio di un nuovo prodotto in momenti critici? Tutto è possibile.

Lanciato durante la pandemia, Margò vuole essere la dimostrazione che con resilienza, progettazione e vicinanza alla rete vendita, i risultati possono essere portati a casa.

Shutterstock 377873194

06/07/2021

Sviluppo Business

L’Italia è un Paese per giovani imprenditori/imprenditrici?

Scopri lo scenario italiano degli imprenditori/imprenditrici under 35: una realtà che ancora deve affermarsi in un Paese in cui c’è molta strada da fare.

Vino Settore Dati

30/09/2021

Sviluppo Business

Vini italiani, riaperture e ‘revenge spending’ rilanciano il settore e le esportazioni

Scopri come il settore dei vini italiani si è ripreso dopo la pandemia e qual è la situazione delle aziende in Italia che operano in questo ambito.

Petfood Articolo

07/10/2021

Sviluppo Business

Animali, un settore in forte sviluppo che non conosce crisi

Scopri la situazione delle aziende che lavorano nel settore degli animali: dalla produzione di alimenti ai servizi fino alla digitalizzazione.

<a href='https://it.freepik.com/foto/tecnologia'>Tecnologia foto creata da rawpixel.com - it.freepik.com</a>

19/10/2021

Sviluppo Business

Digital Sales Acceleration: con le informazioni giuste le vendite decollano

Scopri come l’innovazione e la digitalizzazione possono far crescere il business della tua impresa con l’introduzione della Digital Sales Acceleration.

Hai delle domande o vuoi ricevere un preventivo?

Richiedi subito informazioni

In Evidenza

In Evidenza

D&B Worldwide Network

Accedi alle informazioni su oltre 400 milioni di imprese nel mondo grazie all'appartenenza di CRIBIS al Dun & Bradstreet Worldwide Network, l'alleanza tra i principali provider di informazioni commerciali a livello globale

Scopri di più

In Evidenza

CRIBIS Radar

Cribis Radar aiuta le imprese a conoscere tutte le opportunità di finanza agevolata, trovando la soluzione migliore per ogni esigenza di business.

Scopri di più

In Evidenza

CRIBIS X

CRIBIS X permette di tradurre le strategie commerciali e di gestione del credito in strumenti operativi per valutare nuovi clienti e ridurre DSO, scaduto e perdite.

Scopri di più